Cerca nel blog

lunedì 27 giugno 2016

christo sul lago d'iseo

i video 1 - 2 - 3 - 4 -5- 6

con il bus organizzato di bevande e biscottini si parte da torinoalle 6 per passare 9 ore sul lago ( escluso il viaggio) , pienissimo di gente e con scarse possibilità di mezzi pubblici perchè strapieni, ci viene consigliato di fare a piedi da iseo a sulzano , allora come tanti altri ci incamminiamo e durante il tragitto piuttosto caldo troviamo bar, panini con porchetta, gelaterie  e anche l'anguria da mangiare bella fresca ! :p poi quasi arrivati a sulzano ( alle palafitte )centro troviamo un piccolo spazietto così così con un po' di sabbietta e come le papere , decido e mi tuffo un minutino per rinfrescarmi ... ora va meglio ! arriviamo in centro e troviamo una lunghissima coda , una persona stava male per il caldo e così senza aspettare nemmeno un attimo chiedo alla sicurezza  di passare per il centro paese  perchè  non voglio fare la coda per la passerella , volevamo rinunciare , poi invece abbiamo visto i taxi motoscafi che se pagavi 15 euro a persona ti portavano avanti e indietro da peschiera , allora OK ...!! da li poi la passerella non ha code , entri nel tragitto giallo e basta , dove è pieno di cigni bianchi da fotografare , ma lo devi fare velocemente altrimenti le guardie ti fanno proseguire altrimenti blocchi il flusso di gente  , non ci si può sedere a lungo nemmeno sulla passerella o all'isola di san paolo altrimenti non scorre il tutto , quindi come christo prevede ... via andare e camminare ... per bere e mangiare si trova sia il pranzo con panini che ristoranti che anche se sono pieni fanno entrambe le cose ... ma io tanta gente così tutta assieme l'ho vista solo ai concerti gratuiti a torino , mai in un lago ! cose da pazzi ! quando si è sulla passerella sembra di stare in barca fa lo stesso effetto e da vicino non è niente di particolare ... l'opera creativa è bella vista dall'alto... infatti se si sale per il sentiero per CURE si possono fare delle belle foto panoramiche su san paolo ....noi ci siamo fermate appena sopra al cimitero perchè eravamo un po' stanche, ma prosegue molto oltre perchè arriva ad un'altro paesello ...
una giornata veramente piena e bellissima ! ma un po' caotica !
l'isola di san paolo arrivati e accaldati ...

lella sulla passerella 

il cigno sulla passerella 

veduta sul lago e della chiesa di peschiera 

vedita su l'isola san paolo dalla salita per CURE

peschiera

peschiera 

noi all'imbarco del motoscafo e vicino c'è l'imbarco dei traghetti che costano la metà ma rimangono spesso bloccati per un'ora o un'ora e mezza 

entrata dell'esposizione delle opere di christo

le opere di christo

esposizione delle opere di christo

esposizione delle opere di christo vicino alla spiaggetta delle anatre (alle palafitte)

spiaggetta a sulzano ( alle palafitte)

castello di iseo

torino all'alba 

iseo
iseo e garibaldi

iseo

iseo

verso sulzano

iseo

imperia e la festa di san giovanni

i video dei fuochi sull'acqua 1 -2 -3 la processione 1 - 2
2 giorni a imperia con relax di spiaggia libera con acqua frizzante gratuita per tutti la navetta per raggiungere oneglia per la grande serata dei fuochi d'artificio( per la festa di san giovanni a oneglia dagli ormeggi del molo lungo , io ero in primo piano dal molo corto ed ere perfetto ) sul mare e ci è andata benissimo la giornata siamo riuscite a vederci tutto , poi facevano anche a poco prezzo grigliate ma come al solito era pienissimo quindi ... pizza buonissima ...e spaghetti ...( da MAGA' a oneglia )


veduta da porto maurizio su imperia 

l'area sportiva e i giardini di porto maurizio a pochi passi dalla stazione
ferroviaria , c'è anche l'area camper e l'acqua frizzante nel punto smat proprio
davanti al bar della spiaggia ...

fiori belli dei cactus ...

spiaggia e area sportiva e camper di porto maurizio a imperia 

noi

il mattino a imperia 

giardini , spiaggia libera , bar ,  area sportiva e camper di porto maurizio che qualche anno fa non era ancora terminata
ora è bellissimo !!

bar sulla spiaggia libera e sportiva di porto maurizio a pochi passi dalla stazione ferroviaria ....



la processione alle 18 del 24 giugno per san giovanni ...

l'area bimbi e grigliata a oneglia sul lungo mare del molo lungo 

oneglia esposizioni

la pizza buonissima 

gli spaghetti buonissimi

i fuochi d'artificio con postazione in prima fila ... che culo!!! non ci capita mai di essere fortunate !

tante belle barche e tanta gente per la festa di san giovanni a oneglia 

i fuochi sparati dal fondo del  molo lungo 

martedì 21 giugno 2016

Dal web - Ferie non godute

Vacanze a inizio stagione per molti dipendenti: il 30 giugno 2016, difatti, è il termine ultimo per la fruizione delle ferie maturate nel 2014. Questo, perché ogni anno maturano 4 settimane di ferie, delle quali 2 devono essere godute proprio nell’anno di maturazione e le altre due entro i successivi 18 mesi. Di conseguenza, entro questo 30 giugno vanno godute le ferie maturate nel corso del 2014, cioè del 2° anno precedente (quelle eccedenti le 2 settimane maturate nel 2015, invece, andranno godute entro il 30 giugno 2017).

Se il datore, entro i 18 mesi successivi all’anno di maturazione, non concede il godimento delle ferie, può essere sottoposto a sanzioni pesanti, che arrivano a 4.500 euro. Inoltre, entro lo stesso termine, il datore è tenuto al pagamento della contribuzione su queste ferie, che siano state fruite o meno.

 

 

Ferie non godute: sanzioni per il datore

Il datore di lavoro che non concede la fruizione delle ferie, sia quelle da godere nell’anno, che quelle da fruire entro i successivi 18 mesi, è soggetto a una sanzione amministrativa che va [1]:

 

– da 100 euro a 600 euro, nella generalità dei casi;

– da 400 euro a 1.500 euro, se la violazione si riferisce a più di 5 lavoratori o si è verificata in almeno 2 anni;

– da 800 euro a 4.500 euro, se la violazione si riferisce a più di 10 lavoratori o si è verificata in almeno 4 anni. In questa ipotesi non è ammesso il pagamento della sanzione in misura ridotta.

 

Se, però, il rapporto di lavoro, nel corso dei 18 mesi, è sospeso per malattia, infortunio, maternità o assenze assimilabili, è sospeso anche il decorso del termine di fruizione delle ferie, sino alla durata dell’assenza. Il termine ricomincia a decorrere dal giorno in cui il dipendente riprende l’attività lavorativa.

Inoltre, il contratto collettivo applicato può prevedere un termine superiore ai 18 mesi per il godimento delle ferie: l’importante è che la funzione di queste assenze, che è quella di consentire un pieno recupero psico-fisico al dipendente, non risulti snaturata.

Le sanzioni esposte non possono essere applicate per il mancato godimento delle ferie ulteriori alle 4 settimane: si tratta di un periodo aggiuntivo, eventualmente previsto dal contratto collettivo applicato, che può essere anche sostituito da un’indennità.

 

 

Ferie non godute entro il 30 giugno: contributi

Il datore di lavoro, nel caso in cui le ferie maturate, eccedenti le 2 settimane, non siano godute entro il 30 giugno del 2° anno successivo, deve sommare alla retribuzione imponibile di luglio anche l’importo corrispondente al compenso per ferie non godute, sebbene non realmente corrisposto. Non si tratta, difatti, di una monetizzazione delle ferie, generalmente vietata (salvo il caso di cessazione del rapporto di lavoro o, come abbiamo visto, di ferie eccedenti le 4 settimane), in quanto queste devono comunque essere fruite dal lavoratore.

Pertanto, nel 2016, l’azienda è tenuta a pagare i contributi sulle ferie non godute maturate nel 2014 (compresi i periodi eccedenti le 4 settimane monetizzati) entro il 20 agosto (non il 16 perché il termine per il pagamento degli F24 è differito per la pausa estiva), cioè assieme alla contribuzione del mese di luglio.

Fanno eccezione soltanto:

 

– i casi in cui il termine di 18 mesi sia sospeso per impedimento del lavoratore (malattia, infortunio, maternità, etc.);

– i casi in cui il termine di 18 mesi sia differito dalla contrattazione collettiva.

 

La contribuzione erogata viene poi recuperata, tramite flusso Uniemens, al momento dell’effettiva fruizione delle ferie da parte del dipendente (diversamente, il datore sarebbe tenuto a pagare i contributi due volte)

- See more at: http://www.laleggepertutti.it/124068_ferie-quali-vanno-godute-entro-il-30-giugno#sthash.fP8PmEFP.dpuf

domenica 19 giugno 2016

da pasta per tagliatelle a chiacchiere dolci ...

per farne un piatto pieno :
1 uovo 
100 gr di farina "00" circa 
1 cucchiaino di olio di oliva 
1 pizzico di sale 
zucchero a velo q.b. 
olio di semi per friggere


in una ciotola mettere la farina , al centro mettere il sale , l'uovo , l'olio , impastare bene come per fare la pasta per lasagna o agnolotti  , fare tante strisce sottili di pasta da tagliare con la rotella ( della misura che si preferisce) , friggere in olio di semi fino a doratura , lasciare raffreddare e cospargere di zucchero a velo in abbondanza . sono poco dolci ma friabili e buone !
vedi anche soffioni abruzzesi fatti sempre con la pasta all'uovo , oppure altri tipi di bugie come i cenci dell'artusi buonissimi , o bugie leggerissime , le classiche di mia mamma ,  anche qui , oppure salate di pane , o bastocini sempre salati  ...



sabato 18 giugno 2016

le ortensie


facendo un giro in bici ho fotografato queste ortensie , in quella casa le devono amare molto , a me ricordano mia mamma , a lei piacevano molto... gli sarebbe piaciuto un cespuglione così ... peccato che nessuno gli ha mai dato ciò che voleva , a volte ci si sposa con  la persona sbagliata , a volte il destino è veramente bastardo ... a me le ortensie non piacciono  però questa foto la dedico a mia mamma ... magari in paradiso ci sono delle connessioni a internet fantastiche !  anche perchè al cimitero non ci stanno tutte e poi sicuramente  ci sono dei vicini di tomba gelosi che gliele rubano , non c'è  deversità dalla vita terrena !  :))))))

martedì 14 giugno 2016

saccottini ( involtini) di prosciutto cotto ai funghi e besciamella


Ingredienti :

4 fette di prosciutto cotto
150 gr di champignon
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
mezzo spicchio d'aglio
1 fetta di pancarrè senza crosta
1 cucchiaio di olio extra vergine d'oliva
1 cucchiaio di provolone dolce grattugiato ( o altro formaggio a piacere)
2 cucchiai di besciamella
1 uovo
farina di mais fine per l'impanatura ( tritarla nel macinacaffè)
olio di semi per friggere
sale
pepe o peperoncino



pelare i funghi e tagliarli a pezzetti , metterli in padella con il prezzemolo l'olio extra e l'aglio e rosolarli , salare e pepare .
Tostare il pane e sbriciolarlo in una ciotola , unirgli insieme i funghi rosolati , il formaggio , la besciamella e mescolare bene ottenendo un composto omogeneo e cremoso .
Distribuire su ogni fetta di prosciutto il composto ottenuto e arrotolare a involtino o a saccottino ( o come si preferisce ) in modo che le fette siano chiuse il meglio possibile .

Ora passare gli involtini di prosciutto ripieni nell'uovo sbattuto ( salato e pepato) poi nella farina di mais e far friggere nell'olio di semi fino a doratura , scolarli in carta assorbente e servirli caldi ...sono consigliati accompagnati con l'insalata mista di stagione ...buonissimi e golosi! :p :p :p 

oppure : roll di prosciutto , frittoast , la valdostana , muffin con prosciutto , soufflè , nell'arrosto piemontese , la mortadella fritta , bastoncini di prosciutto , gli involtini primavera , e molte altre ricette nel blog con il maiale ripieno ai funghi ecc.... 

















domenica 12 giugno 2016

spaghetti asparagine mazzancolle e pomodorini


200 gr di pasta spaghetti
15-20 mazzancolle sgusciate
pomodorini a piacere ( privati dei semini interni)
un mazzzetto di asparagine
1 spicchio d'aglio 
olio di oliva 
prezzemolo tritato q.b.
mezzo bicchiere di vino bianco 
pepe o peperoncino a piacere


in una padella tagliare l'aglio sottile e soffriggerlo in olio di oliva , aggiungere di seguito le mazzancolle , il prezzemolo tritato, il vino , sfumare , aggiungere i pomodorini , gli asparagi tagliati a pezzetti, salare , pepare a piacere , lasciare soffriggere per 15 minuti circa in modo che siano cotti sia asparagi che pesce , poi naturalmente a parte  cuociamo la pasta in abbondante acqua salata , la scoliamo e la condiamo con il nostro soffritto misto ...
ricette simili : con il riso , nella pizza classica  , i fiori ripieni , al polpo , sugo di mazzancolle , polpette  , agnolotti , spaghetti di mare e allo scoglio ... ecc...

venerdì 10 giugno 2016

belga gratinata al pecorino romano

Semplice e veloce ricetta con l'insalata belga :


tagliare in 4 parti ogni testa di insalata belga ( praticamente a spicchi)

sistemarla in teglia antiaderente , aggiungere un pizzico di sale , condirla con olio di oliva , cospargerla leggermente di farina bianca setacciata e di pecorino romano , infornare il tutto a 180° per 20 minuti ( già preriscaldato ) servire subito … rimarrà croccantina e gustosa ...da accompagnare pietanze di carne o pesce o semplicemente da bruschetta su pane tostato… buonissima ! :p :p :p 



polpette di spinaci -philadelphia-pecorino romano



Ingredienti per 10 polpette circa :

2 patate medie lessate
500 gr di spinaci lessati
1 spicchio d'aglio
3 pizzichi di sale circa
1 uovo
4 cucchiai colmi di pecorino romano grattugiato
1 grossa noce di burro + scaglie q.b.
mezza cipolla
1 manciata di borraggine tritata
2-3 cucchiai di pangrattato
1 philadelphia da 80 gr.




Soffriggere nel burro la cipolla in padella con la borraggine per qualche minuto , togliere dal fuoco . In una ciotola tagliare gli spinaci lessati unire il soffritto di cipolla , l'aglio tritato sottile , l'uovo , il philadelphia , le patate , sale , il pangrattato , mescolare e amalgamare bene , rimarrà un impasto morbido , formare delle palline , impanarle nel pecorino romano , sistemarle in piatto da forno foderato di carta forno , su ogni polpetta mettere una scaglia di burro e infornare per 20 minuti a 180° quando saranno dorate e gratinate … mangiarle ! :p :p :p 

mercoledì 8 giugno 2016

pasticcini misti per colazione


la ricetta delle paste di mandorla si trova quì ( una variante a biscotto quì)
la ricetta dei biscotti di riso si trova quì
la ricetta dei biscotti al cocco quì
questi ultimi vengono in due modi , se si ha la farina di cocco più sottile rimangono più a biscotto se si ha quella grattugiata più grossa vengono a pralina e sono in entrambi i casi buonissimi a chi piace il cocco con la nutella . :p