Cerca nel blog

giovedì 12 dicembre 2013

L'anno a colori

Candele accese
E cineprese
Il fiato sospeso
Come un soffio incompreso
Poi di colpo un gran rumore
Che come un lampo ti scalda il cuore
Sembra uno spruzzo di colore
In una gran tela di un povero pittore
Mille sono i suoi colori
Sfumature come i fiori
Tante forme interpretate
Ma non delineate.
Poi scompare in un secondo
Lasciando fumo grigio in fondo
Questo è lo scatto tuo migliore
Se vuoi prender quel bagliore
Immortalarlo è il tuo tarlo
Ma se vai Troppo a lui sotto
Come un asino vieni cotto.
Bottiglie e vetri rotti
Per i Brindisi ed i botti
Questo è il nuovo anno
Speriamo Porti via il malanno!
Posta un commento