Cerca nel blog

venerdì 8 marzo 2013

Un po' di cose sul pane .... :-)

Oggi sfogliando il libro del pane, su kobo , ho letto  qualche bella filastrocca e mi ha riportato ai tempi della mia nonna che era veneta e ripeteva spesso che " il pane di servitù aveva sette croste " e che lei aveva cucinato per i ricchi che non avevano voglia di fare niente!

Questa è la filastrocca :
Filastrocca “Non c’è più pane”

Pollice: Non c’è più pane.
Indice: Nel credenzino.
Medio: Vallo a comperare.
Anulare: Compra un filoncino.
Mignolo: Lo mangio io che sono il più piccino
.
Io la sapevo diversa e  la mia mamma citava così:
Pollice: ho fame
Indice: non c'è pane
Medio: come faremo
Anulare: ruberemo
Mignolo : nica nica chi ruba si impica
Però oggi ne ho letta un'altra che mi piaceva molto (perché io vado matta per le filastrocche , infatti ogni tanto ne invento una).

Questa è la filastrocca sul chicco di grano :
Filastrocca “Il chicco di grano”

Un chiccolino un giorno giocava a nascondino nessuno lo cercò e lui s’addormentò
dormì sotto la neve un sonno lungo e greve
infine si svegliò e pianta diventò.
La pianta era flessibile e sottile
gentile la spiga mise fuor un esile color
il sole la baciava, il vento la cullava
di chicchi allor s’empì nel pane d’ogni dì.
Posta un commento