Cerca nel blog

martedì 26 febbraio 2013

Filastrocca - A scuola di parlamento -

In parlamento è un po' come a scuola
Tutti seduti a studiarne una nuova
Si comincia con una lettera sola ....
Seguono poi tanti puntini
Inizian così problemi e casini!
Ascoltiamo per ore il nostro professore
E la sua predica ha uno strano sapore ,
L'italiano è  stentato nonostante il dottorato.
Alziamo la mano e interveniamo , ma inutile ciò che diciamo , rimane un parere zittito a dovere.
Se poi osserviamo il compagno di banco
Mette le mani a quello di fianco !
Quando poi si fa la pausa
Ci si azzuffa e si fa baruffa .
Poi rientra il professore : " un po' di ordine per favore!"
" a qualcuno manca la sedia?"
Questa si che è una tragedia!
Alla fine la campanella ...
Si esce finalmente cantando a cappella!
:-) :-) :-)
Posta un commento