Cerca nel blog

venerdì 30 novembre 2012

tagliatelle con polpette al ragù

una ricetta con gli avanzi di polpetta .....
con le tagliatelle verdi e bianche .
 Preparare un  ragù veloce ( vedi) , tagliare a pezzetti le polpette ( vedi ricetta)al verde, unire il ragù alle polpette e condire la pasta (precedentemente cotta in abbondante acqua salata per 5 minuti c.ca ).
oppure si possono fare apposta delle polpettine piccole piccole e usare lo stesso procedimento...
oppure ci sono quelle alla MIMOSA ( vedi ) , oppure sempre con polpette tagliate a pezzetti con pomodori freschi .
poi di polpette ce ne sono a migliaia al mondo che vanno bene con la pasta !
si può abbinare in mille modi ... (vedi altre polpette nel blog )

mercoledì 28 novembre 2012

Sta tassa... scassa ....

Sarà molto più cara la tassa rifiuti perché sarà completamente a carico dei cittadini e non più in parte del comune.

Poi sarà calcolata in base a ciò che si butta e come lo si butta .

In più ci saranno 30-40 centesimi di più al mq. Per pagare vigili , verde pubblico , illuminazione ,polizia urbana , anagrafe ecc.

Insomma , paghiamo tutto noi e quindi potrà aumentare anche del 50% in più ...

Speriamo che però cambino i cassonetti e che profumino ...!altrimenti... Ci arrabbiamo ! :/

Inviato da Samsung Mobile

martedì 27 novembre 2012

PAN di zucchero


PAN di ZUCCHERO : 50 gr. di frumina , 50gr. di fecola di patate, 100 gr. di farina bianca , 100 gr. di zucchero , 1 bustina di vanillina , 1/2 busta di lievito dolci , 2 albumi d'uovo , 1 bicchierino di latte .


Mescolare bene insieme: la frumina ,la fecola ,la farina bianca, la zucchero , la vanillina e il lievito dolci , aggiungere il latte , poi gli albumi montati a neve .
Ottenuto il composto , metterlo in una teglia per plum-cake foderata di carta forno o imburrata e infarinata . Infornare a 180° per mezz'ora c.ca .
per decorare :
spennellare con 50 gr. di cacao fuso , zucchero a velo .

P.S. è adatta da mangiare così oppure con marmellata per la colazione più golosa .....

Dal web : il canone come tassa fissa a ogni residente .

http://m.yahoo.com/w/ygo-frontpage/lp/story/it/117671/coke.bp?ref_w=frontdoors&view=today&.tsrc=samsungbm&.intl=IT&.lang=it

 

Parlerà tedesco la nuova normativa per il canone della Rai. Secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza, il ministero dell'Economia, che è l'azionista della televisione di Stato, sta mettendo a punto una proposta di legge per trasformare il vecchio canone di Viale Mazzini da tassa di possesso a vero contributo obbligatorio di servizio pubblico.

Con un provvedimento alla tedesca, il vecchio abbonamento Rai (termine che tra l'altro verrà presto bandito da tutti i siti informativi di Viale Mazzini perché ha sempre lasciato intendere una discrezionalità nel pagare o meno) di 112 euro potrebbe essere pagato in banca con un modulo F24 .

 

 



Inviato da Samsung Mobile

lunedì 26 novembre 2012

dal web : la cassetta al posto dell'hard disk

NNOVAZIONE - E' stato annunciato dalla Fuji e Ibm il lancio di un nuovo supporto magnetico per la registrazione di grandi quantità di dati. La cartuccia, di piccole dimensioni, sarà capace di contenere fino a 35 terabyte .

Sembravano destinate a sparire per sempre o ad essere utilizzate ancora oggi solo da pochi appassionati e fan del vintage. Invece, riesumato dal passato e rivisitato tecnologicamente, il supporto magnetico su cassetta sembra il futuro del salvataggio dati. L'azienda giapponese Fuji in collaborazione con Ibm punta sulle cassette per conservare grandi quantità di dati. Niente hard disk, mega "data center" o supporti costruiti a base di quarzo per durare in eterno, come sta pensando Hitachi. Le due società puntano sul nastro. Secondo quando si legge su New Scientists sembra che siano già stati prodotti i primi prototipi. Questi nastri magnetici di nuova generazione sono contenuti in "cartucce" di 10 centimetri e capaci di immagazzinare fino a 35 terabyte, ovvero 35 volte di più degli hard disk presenti oggi nei computer di casa e ufficio.

http://m.repubblica.it/mobile/r/tecnologia/dettaglio/il_ritorno_delle_cassette_sono_il_futuro_del_salvataggio_dati/2012-11-25/45154960

dal web : gli antibiotici


da la stampa :
Il rischio derivante da un abuso degli antibiotici è, secondo gli esperti, quello di creare una situazione sanitaria da resistenza in cui si potrebbero manifestare i problemi infettivi dell’era pre-antibiotica, dove era difficile curare le infezioni batteriche e, per le quali, morivano molte persone.
Attenzione quindi a non assumere antibiotici quando non necessario ma, se in dubbio, rivolgersi sempre prima al proprio medico.

domenica 25 novembre 2012

melanzane sott'olio....

x 1 barattolo:                           la videoricetta
2 melanzane piccole
2 spicchi d'aglio
peperoncino q.b.
semi di finocchio q.b.
origano q.b.
200 ml c.ca di vino bianco
300ml c.ca di aceto di vino bianco
sale q.b.
olio di oliva ( o extra )
PREPARAZIONE
lavare e tagliare a fette le melanzane , farle grigliare in padella con il sale in modo che non attacchino ( aggiungerne a ogni padellata ).
in una pentola mettere a bollire un po' d'acqua con l'aceto, il vino e un bel pizzico di sale .
quando bolle , aggiungere le melanzane e farle ollire x 2-3 minuti .
scolare e lasciare che si asciugano stendendole su di un panno per circa 4 ore ( premendole un po' ogni tanto per accellerare l'asciugatura ) .
ora sono pronte per essere invasettate.
prendere 1 vasetto, mettere le spezie a piacere e versare un po' d'olio , aggiungere le fette di melanzana fino a riempire il vasetto (aggiungendo ogni tanto qualche spezia).
fare attenzione alla fine del procedimento che non ci sia aria imprigionata all'interno  .
chiudere il barattolo e lasciarlo che si insaporisca per qualche settimana, poi una volta aperto riporlo in frigo.(io personalmente li tengo in frigo sempre ..).
buone da stuzzicare l'appetito! 
sono buone come :
peperoncini piccanti sott'olio (questi sono esageratamente piccanti )
peperoni alla peperlizia che sono una delizia ( questi i miei preferiti)
i pomodorini dolcissimi (che si abbinano molto bene con la melanzana )



sabato 24 novembre 2012

MARMELLATA ( o crema ) di MARRONI



 x 2 barattoli            ( la videoricetta )

ingredienti:
350-500 gr. Di castagne (350 se la si vuole un po' più morbida ) ( pesare già pelate )
300 gr. Di zucchero di canna( io ne metto un po' meno ) 
25 gr. Di cacao in polvere
mezzo bicchiere di liquore al cacao ( curaçao)
1 bustina di vaniglia ( o delle gogge )
1 pizzico di cannella
questa è tritata con il mixer
PREPARAZIONE
sbucciare i marroni torgliendo solo la buccia esterna e metterli a bollire in acqua per 20 minuti ( da quando bolle ) poi si fa la prova con la forchetta , che se si pianta bene sono cotti.
Scolarli e sbucciarli nuovamente della loro sottile pellicina , schiacciarli o passarli con il mixer e rimetterli subito in pentola e mantenerli caldi a fuoco basso , mescolandoli (* non è indispensabile visto che si possono tritare anche una volta uniti allo zucchero che è più facile e rimane proprio a crema spalmabile  senza grumi ed è anche più veloce  )

Contemporaneamente , in un'altra pentola mettere a sciogliere lo zucchero con mezzo bicchiere d'acqua , lasciatelo scaldare a fuoco basso fino a quando arriva ad ebollizione( mescolandolo sempre) , quindi staccarlo perchè non deve caramellare.
Poi unite le castagne allo zucchero mescolando sempre a fuoco basso (* a questo punto passate al mixer ).
Nel frattempo fate sciogliere il cacao con 4 cucchiai di acqua mescolandolo velocemente per impedirne i grumi , aggiungete anche questo alle castagne e zucchero , il liquore , la vaniglia e la cannella .
Continuate a girare fino a quando il composto risulta denso e omogeneo ( fino a ebollizione e per qualche minuto( se è più morbida lasciare 10 minuti ) poi staccare e invasettare).
Ora la marmellata di marroni è pronta per essere gustata o invasettata...
se si invasetta si raccomanda di avere barattoli sterilizzati con tappo a sottovuoto , quindi mettere all'interno la marmellata in modo da riempire il vasetto e chiudere e capovolgere fino a quando il tappo non avrà creato il sottovuoto.
Una volta aperti , conservare in frigo .
Una delizia per farcire , spalmare e gustare così anche da sola …. :p




mercoledì 21 novembre 2012

dal web : riforma condomini


Animali. Il regolamento condominiale non potrà "vietare di possedere o detenere animali domestici".

Riscaldamento. Chi si vuole 'staccare' dall'impianto centralizzato può farlo senza dover attendere il benestare dell'assemblea, ma a patto di non creare pregiudizi agli altri e di continuare a pagare la manutenzione straordinaria dell'impianto condominiale.

Barriere architettoniche. Per la messa a norma in sicurezza e per l'eliminazione delle barriere architettoniche del palazzo basterà che in assemblea siano presenti i condomini che rappresentano un terzo dei millesimi condominiali e sarà sufficiente la maggioranza favorevole del 50 più uno.

Cambio destinazione d'uso locali comuni. Per decidere il cambio di destinazione d'uso basteranno i quattro quinti.

Repertorio dei condomini. Quello presso ogni ufficio provinciale dell'Agenzia del Territorio è soppresso. L'Aula di Montecitorio ha approvato un emendamento della commissione Giustizia (sui cui il governo ha espresso parere favorevole) che ha soppresso l'articolo 25 del ddl di riforma. Contro si era già espressa la commissione Bilancio e lo stesso esecutivo, in quanto la norma prevederebbe oneri per le casse dello Stato.

Amministratore diplomato. Niente registro, ma restano alcuni requisiti necessari (godimento dei diritti civili, titolo di studio, formazione, assicurazione professionale). Per fare l'amministratore, ad esempio, bisognerà frequentare un corso di formazione iniziale, oltre ad aver conseguito il diploma di scuola secondaria di secondo grado.

Assicurazione e web. L'assemblea può disporre la creazione di un sito Internet del condominio, ad accesso individuale e protetto, per consultare tutti gli atti e i rendiconti mensili. L'amministratore, inoltre, all'atto della nomina dovrà presentare ai condomini una polizza individuale di responsabilità civile che copre gli atti compiuti nell'esercizio del mandato. Gli oneri di questa sono a carico dei condomini.


http://m.repubblica.it/mobile/r/cronaca/dettaglio/la_riforma_del_condominio_legge/2012-11-20/47059873

lunedì 19 novembre 2012

ALBESI al BAROLO


ALBESI AL BAROLO         ( videoricetta )

ingredienti :
200 gr di zucchero
125 gr. Di noci (o nocciole o mandorle)(la ricetta prevede le nocciole delle langhe tostate)
80 gr. Di cioccolato fondente
30gr. Di cacao amaro in polvere
2 albumi
1 bicchiere da vino scarso ,di barolo ( o altro vino rosso se non si ha il barolo)
PREPARAZIONE:
tritare finemente le noci , aggiungere lo zucchero e mescolare delicatamente e accuratamente in modo che si mischi bene lo zucchero con le noci .
Unire gli albumi ( montati a neve ) cercando di non smontarli troppo.
Successivamente unire il cacao e il vino .
Far riposare in frigo per 1 ora il composto.
Trascorso il tempo ,mettere a cucchiaiate il composto in una placca da forno foderata di carta forno e infornare a 180° per c.ca 20 minuti.
Togliere dal forno e fare raffreddare .
Una volta freddi uniteli a due a due con il cioccolato fondente che avrete precedentemente reso fluido sul fuoco con una goccia d'acqua .


KRUMIRI...fatti in casa ...mmmmm....

ricetta antica
KRUMIRI          ( videoricetta )
ingredienti x 24-25 krumiri:
150 gr. Di farina di mais ( tritata fine fine con il macinino da caffè)
100 gr. Farina bianca
100 gr. Di zucchero
100 gr. Di burro
2 tuorli d'uovo
1 bustina di vanillina
mezzo cucchiaio di cacao amaro in polvere
1 cucchiaio raso di miele fluido
PREPARAZIONE:
variante ricoperti di cioccolato
mescolare sul piano da lavoro la farina di mais e quella bianca insieme, disponetele a fontana e unite lo zucchero , la vanillina , il cacao , il burro ammorbidito e fatto a pezzettini , i tuorli e il miele .
impastate con cura tutti gli ingredienti formando un panetto ( come per una pasta frolla o brisè) .
Poi in una tasca per dolci ( oppure a mano ) con la bocchetta a stella (a mano invece formare dei salamini (curvandoli )con l'impasto e metterli stesi sulla placca da forno foderata di carta forno e rigarli con una forchetta premendola leggermente sulla superficie del biscotto) spremete sulla placca da forno foderata di carta forno dei bastoncini lunghi 8-10 cm e curvateli con le dita .
Infornate a 200° per 15-20 minuti , facendo attenzione che non brucino … altrimenti abbassare un po' il forno a 175° .
BUONISSIMI e soprattutto vi costano meno!! e se ne mangiano di più … ;))

P.S.con gli albumi di avanzo escono fuori questi albesi al barolo

per la variante , ricoperti al CIOCCOLATO la ricetta cambia un po':
50 gr. di farina di mais 
50 gr. di frumina o maizena 
150 gr. di farina bianca 
100 gr. di zucchero
100 gr. di burro
2 tuorli d'uovo
1 bustina di vanillina
1 cucchiaio di miele
1 barretta al cacao fondente per ricoprirli
il procedimento è uguale solo che rimangono più leggeri e più adatti ad essere ricoperti al cioccolato .
alla fine si ricoprono facendo fondere la barretta di cioccolato con 20- 30 gr. di burro in un pentolino ( o a bagnomaria o a fuoco bassissimo ) .
sono a dir poco deliziosi perchè sono praticamente paste di MELIGA ricoperte al cacao . :p
oppure la ricetta di quelli da pasticceria che sono più morbidi


domenica 18 novembre 2012

IL PANETTONE IN VETRINA (al Palared di pinerolo)


stamattina dopo una colazione con i miei dolci fatti in casa ,sono andata al PALARED per assaggiare gli altrettanti panettoni artigianali e i vini in occasione della rassegna " il PANETTONE in vetrina " .
Tutti i panettoni erano freschi e molto buoni perchè avendo appena mangiato cose freschissime non mi faceva differenza quindi ho testato la freschezza ...
:))
mi sono portata a casa qualche piccolo assaggio perchè si avvicina il natale e bisogna festeggiare con qualcosa di buono e.... mi hanno fatto venire voglia di provare a fare il pandoro fatto in casa .... penso che proverò ... ;)
QUI' il VIDEO al PALARED stamattina

giovedì 15 novembre 2012

Dal web : gli schermi flessibili stanno arrivando

Si avvicinano i tanto attesi schermi flessibili, grazie ai quali - secondo molti osservatori - i contenuti elettronici potranno soppiantare definitivamente quelli su carta. Mentre Apple, stando ad alcuni rumors, sta lavorando attivamente a questa tecnologia, l'acerrima rivale Samsung presenta nuovi prototipi di dispositivi dotati di display OLED, la stessa tecnologia impiegata negli schermi degli smartphone e tablet oggi in commercio, che però possono essere piegati senza danneggiarsi e senza distorcere l'immagine.

Secondo il Wall Street Journal, i primi dispositivi mobili con schermo "pieghevole" arriveranno sul mercato già nel 2013, dopodiché la stessa tecnologia sarà applicata anche ai televisori. Il responsabile della divisione di Samsung dedicata ai display ha spiegato che alcuni clienti stanno già provando i prototipi: è quindi possibile ipotizzare che presto vedremo degli smartphone Galaxy (così come degli iPhone) "flessibili".

Samsung e Apple non sono comunque le uniche aziende interessate a questa tecnologia: anche LG e Sharp stanno conducendo ricerche in questo campo: vedremo chi potrà fregiarsi del titolo di "apripista" nella commercializzazione dei primi schermi flessibili.

http://m.libero.it/m/libero-mediatech-affari/d/59/samsung-ecco-il-galaxy-flessibile-si-piega-come-un-giornale/ca7b6b826b0434d92fca4580326d5cd2



Inviato da Samsung Mobile

cotechino o salame con san craü

il cotechino , quello già pronto al supermercato si può abbinare a una san craü ( cavolo fatto prima bollire e lasciato al dente e poi passato in padella con aglio ,olio, pepe, sale , aceto , lasciato per circa 5 minuti a insaporirsi e poi servito caldo ) .
buono e veloce e soprattuto toglie il nauseante del grasso del cotechino .
il cotechino si può usare anche da antipasto con la pasta sfoglia ( quì nel blog )

un piatto classico ma buono! naturalmente è consigliato un bicchiere di vino rosso barbera del piemonte se si può.
altrimenti ci sono altri modo di servire il cavolo , nel blog c'è :
quello al forno cotto proprio tutto in forno ( si può anche fare passato in padella con il burro ma è più pesante da digerire)
oppure con il pollo , in polpetta con la mortadella , nelle zuppe  di pesce ,o di farro.

alici fritte al verde

questa ricetta è una variante delle altre :
quelle al forno alla siciliana
oppure le gustosissime e sfiziose impanate alla napoletana
 oggi le ho fatte solo impanate nella farina( dopo averle pulite ) poi le ho fritte con abbondante olio  e invece che condirle solo con sale e il limone ho aggiunto del pesto di rucola  in più . buonissime! ( a chi piace il pesto alla rucola ).

zuppa di patate alla trentina

per 2 persone .
2 patate
una confezione di pancetta
timo a piacere
cipolla
brodo

semplice e povera ma veloce quando non si ha tempo .
si prepara del brodo con della carne o dado poi in una pentola si taglia a dadini la patata , si aggiunge la pancetta ,  il timo , la cipolla tagliata sottile .
si aggiunge il brodo e si fa bollire per circa 15 minuti,
si serve calda con parmigiano .
minestre e creme e zuppe



martedì 13 novembre 2012

Dal web : la radio cambia ... Cambia la radio! :)))

LA RIVOLUZIONE digitale sta per arrivare anche nelle
nostre radio: tra poche settimane il Trentino sarà la
prima "area digitale radiofonica" italiana nella quale
invece che attraverso la ormai classica "modulazione di
frequenza" (l'Fm con la quale ascoltiamo
quotidianamente le nostre emittenti preferite) la radio si ascolterà attraverso il Dab, il digital audio broadcast. È l'inizio di un percorso che, contemporaneamente a
quello che sta accadendo in tutta Europa - dove le
trasmissioni Dab sono iniziate da qualche tempo -
porterà la radio digitale anche nel nostro Paese, così
com'è accaduto per la tv. "Finalmente il digitale
radiofonico dopo l'Europa arriva definitivamente in Italia grazie all'impegno di un gruppo di importanti editori
radiofonici privati nazionali", ha detto Fabrizio Guidi,
presidente del Club Dab Italia, società formata da alcune
delle più importanti realtà radiofoniche private nazionali
(Radio DeeJay, Radio Capital, M2o, R101, Rds, Radio 24,
Radio Radicale e Radio Maria) e che ha già ottenuto il nulla osta per l'avvio della realizzazione della prima rete
nazionale in tecnica digitale. Cosa cambierà per noi ascoltatori? Innanzitutto gli
oggetti attraverso i quali ascolteremo la radio, i ricevitori. Quelli attuali, analogici, ricevono i segnali dell'Am e soprattutto dell'Fm. Quelli nuovi saranno,
invece, in grado di catturare anche i segnali digitali. Il cambiamento consentirà di ricevere le trasmissioni
delle emittenti senza alcuna interferenza, con una qualità audio pari a quella di un cd. Il che, considerando
che oggi circa il 70 per cento dell'ascolto radiofonico avviene in mobilità (soprattutto in auto), e che la
frequenza delle radio Dab resta stabile e non cambia con il movimento, è decisamente un grande passo
avanti. Oltretutto, la trasmissione digitale consente di mandare ai ricevitori altri dati, testi e immagini, trasformandola in una "visual radio" che, soprattutto per le informazioni sul traffico, può essere uno
strumento particolarmente utile in auto. "Il fatto che questo "futuro digitale" cominci solo ora la dice lunga su quanto la radio venga considerata il
parente povero del mondo della comunicazione", tiene a sottolineare Linus, direttore di Radio DeeJay.
"Questa rivoluzione è stata affrontata dai legislatori con un po' di pigrizia. Per fare un paragone, è come se
la tv fosse ancora rimasta ai tempi della videocassetta". Ma le cose cambiano in fretta e, oltre all'inizio
ufficiale delle trasmissioni digitali in Trentino, la radio in realtà vive già nell'era elettronica attraverso altri
sistemi, dal satellite a Internet. "È vero, le nuove auto hanno l'ingresso per collegare Internet con una chiavetta, o l'iPhone all'autoradio, ma non è ancora abbastanza, ed è fondamentale che quest'ultima
trasformazione avvenga presto: non possiamo perdere un treno che sarebbe molto importante per tutti",
dice ancora Linus. In Trentino, intanto, la radio trasforma il proprio segnale in bit, quello delle emittenti del Club Dab e quello
di due consorzi con tutte le principali emittenti locali, ricevibili con nuovi apparecchi. Apparecchi touch, con il
Bluetooth per collegare i cellulari o i lettori mp3, e che consentono anche di ascoltare ancora la "vecchia"
Fm. Insomma, la radio si aggiorna e inizia il suo cammino verso una nuova era, senza invecchiare mai: "È
una cosa che dico sempre quando ogni tanto vedo attaccare i manifesti funebri per la radio, sempre sul
punto di "essere sostituita" da qualcosa di nuovo", conclude Linus. "La gente sovrappone l'immagine dell'apparechio al prodotto, che invece è impalpabile e può essere infilato in qualsiasi terminale. La radio la
puoi miniaturizzare e inserire nel cellulare o in un tablet, in un computer o in una tv, per cui sopravviverà di
certo. Si trasformerà ancora, diventerà modernissima e digitale, sopravviverà a noi e anche ai nostri
nipoti...".

http://m.repubblica.it/mobile/r/tecnologia/dettaglio/radio_digitale/2012-11-13/46507831?source=MST_spettacoli&ref=home

Inviato da Samsung Mobile

domenica 11 novembre 2012

polpette di melanzana con sugo di pomodorini freschi

la ricetta è come quella del ripieno delle melanzane ripiene che si trova quà (nel blog) solo che a me piace di più il ripieno , quindi.... mi magno solo quello ! devo dire che con la salsa di sugo fresco al basilico e cipolla è una cosa  buonissima ! il sugo è semplice da fare , basta far soffriggere la cipolla in un po' d'olio e dopo aver sbollentato per un minuto i pomodorini , aggiungerli al soffritto e lasciare che formi quella salsina densa di pomodoro ( bastano pochi minuti ) poi si aggiunge il basilico e un pizzico di sale , si versa sulle polpette e si gusta con crostini di pane che sono quà .
P.S. chi ama tanto la carne può mettere più carne nelle polpette il risultato è sempre buonissimo! :)

sabato 10 novembre 2012

Filastrocca : " AUTUNNO"

Non mi guardate ...
Mi sto spogliando ...
Ormai è autunno e mi sto colorando !
Perdo le foglie come voi i capelli ...
Che c'è di strano ... 
Voi siete più belli? 
Io son più fortunato , non mi tingo artificialmente , la natura mi ha colorato naturalmente !
Tra poco sarò completamente nudo ...
Vi stendo il mio tappeto e vi saluto .
Accoglierò nei rami la neve e mi vestirà da sposa, lieve.
Combatterò con il ghiaccio per ritornare in primavera e darvi un un 'abbraccio .
Gemme novelle vi sorprenderanno 
e festeggerò il mio compleanno! 


pere intere al vino bianco

la ricetta come per le pere tagliate a fette
la videoricetta delle pere tagliate a fette ( che è quasi uguale )


12-13 pere piccole e ruggini , 1 cucchiaio di miele 2 cucchiai di zucchero , 6 chiodi di garofano ,1/4 di litro di vino bianco secco o dolce 1/4 di acqua  .


mettere in una padella e cospargere di zucchero .
aggiungere il miele  , i chiodi di garofano , l'acqua e  il vino . lasciare cuocere a fuoco moderato con il coperchio fino a che il vino non si è consumato e ha creato una salsina dolce dolce , quando è di densità giusta saranno cotte anche le pere , quindi servire calde .
;p

queste sono al vino rosso e le altre al vino rosso e yogurt aggiunto alla fine ...





venerdì 9 novembre 2012

dal web : bello farsi mangiare i tumori così

dall'ansa...
Microscopici chirurghi robot, grandi quanto una monetina, viaggiano nel corpo umano per curarlo dall'interno. Dotati di piccole zampe come insetti o di eliche come sommergibili, si muovono nello stomaco e nell'intestino, per diagnosticare e trattare tumori, o nei vasi, per distruggere i blocchi che ostruiscono il flusso del sangue. Sembrano usciti dal romanzo fantascientifico 'Viaggio allucinante' di Isaac Asimov, ma li hanno ideati i ricercatori della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa.

Unghie incarnate o incarnite come dir si voglia

istruzioni dettagliate per unghie incarnate:

 

quando si ha questo problema, bisogna munirsi di tanta pazienza,

( perché la cosa si può protrarre per poco come per anni ) e un po' di coraggio per operare in sede.

bisogna innanzitutto munirsi di forbicine curve apposta per tagliare l'unghia arrotondandola nella parte malata ( mai dritta altrimenti basta una scarpa per scatenare l'inferno, cioè un'infezione che chi ha questo problema ha già) in modo da evitare il formarsi del pus .

poi , disinfettare sempre con l'acqua ossigenata e fare impacchi con la stessa, fino a quando non migliora e sparisce il pus.

sei il problema è grave, bisogna tagliare l'unghia fino a livello di metà unghia ( naturalmente solo dal lato malato) , se invece l'infezione è grave ,passare dal chirurgo a farsi togliere tutta l'unghia ( sapendo però che ricrescendo potrebbe incarnirsi nuovamente) .

i dottori consigliano solo che ,se risuccede il problema , venga tolta ancora l'unghia , ma facendo cosi si rischia di lasciare per troppo tempo il dito vuoto e quindi in un suo restringimento e di conseguenza la crescita dell'unghia più problematica .

Ve lo dice una che ha SOFFERTO dall'età di 9 anni , risolvendo da sè dopo essere passata da pedicure e dottori perdendo sangue e unghie .

1 l'ho salvata però , ma devo ringraziare solo me.

PS. i medici servono quando si è obbligati a togliere l'unghia totale in caso di traumi .

 

 

 



Inviato da Samsung Mobile

giovedì 8 novembre 2012

I BISU'

la videoricetta


ricetta per circa  40 bisù:
ingredienti : 1/5 di acqua(200ml) , 100 gr. di burro , 1pizzicodi sale , 130-140gr. di farina , 4 uova (2 intere +2 tuorli)a temperatura ambiente .
granelle di zucchero e caramello (quì)

PREPARAZIONE : mettete in una casseruola l'acqua con un pizzico di sale e il burro,(fare sciogliere) . quando comincia a bollire versatevi la farina mescolando energicamente . quando la pasta , mescolando , si staccherà dalle pareti sfrigolando , toglierla dal fuoco e lasciare raffreddare e aggiungere uno alla volta le uova e mixare con uno sbattitore  o mescolare energicamente i modo da amalgamare perfettamente. mettete la pasta in una tasca di tela , distribuitela sulla placca da forno  (foderata di carta forno )a noccioline distanziate l'una dall'altra perchè cuocendo aumenteranno di volume , o  in pirottine di carta .
infornare per circa 15-20 minuti a 175° C con il piatto da forno alto , senza mai aprire il forno nei primi 10 minuti. una volta  dorati sono pronti . nella foto sono con il caramello e granelle di zucchero,oppure si può spennellarli in superficie con il miele e granelle di zucchero .
si prestano per :
dolcetti e salatini , per una torta  , per choux o bignè , bisù con il miele .


lunedì 5 novembre 2012

Il fai da te : " elettricista , installazione lampadari "

Quando ho installato per la prima volta una lampada da terra ( Perché si erano scollegati i fili portandola a casa ), ho unito male i fili e ha fatto " corto " , la lampadina fumava :))) e sembrava un esperimento di qualche mago ! :)

poi allora ho capito che fili dovevo mettere insieme e così mi sono poi dilettata nell'installazione dei lampadari . 

ora spiego :

allora , " FILO BLU CON IL FILO NERO" , unire il rame che hanno in punta intrecciando ( altrimenti tagliare un pezzo di plastica) e isolare con del nastro isolante.

poi il " FILO MARRONE CON IL FILO BLU " unirli come gli altri due e isolarli con il nastro.

poi agganciare il lampadario al gancio che c'è nel buco del muro , raggomitolare i fili dentro il buco e tapparlo con lo scodellino del lampadario spingendolo contro il muro .

voilà ... ora accendere e ... siate felici di voi ! ;) 

Inviato da Samsung Mobile

giovedì 1 novembre 2012

agnolotti classici alle erbette con crema di pomodorini

video ricetta della pasta fatta in casa

per fare questi golosi agnolotti bastano:
per la pasta :
 300 gr. di farina , 3 uova , un cucchiaio di olio ,un pizzico di sale .
per il ripieno:
250 gr. di carne trita , 50 gr. di pancetta a cubetti, 100 gr. tra pecorino e parmigiano, una manciata di trito di borraggine e ortica , sale , pepe a piacere , 1 spicchio d'aglio tritato , olio ( volendo un po' di ricotta , ma poca però ).
per il condimento :
15 pomodorini ,basilico,sale , olio, mezza cipolla.

PREPARAZIONE  della pasta :
 versare la farina in una spianatoia e mettere al centro le uova con il cucchiaio di olio e sale poi mescolare e impastare il tutto affinchè è bello sodo poi dividere a  pezzi e passarli nella macchina che li stende .
PREPARAZIONE del ripieno:
far soffriggere il trito di carne con l'aglio ,le erbette, la pancetta , salare e pepare lasciando che si arrostisca un po'.
togliere da fuoco e aggiungere il parmigiano e pecorino ( anche la ricotta se si vuole ), mescolare bene e lasciare da parte .
PREPARAZIONE del sugo:
sbollentare i pomodorini per un minuto per poterli pelare meglio . far soffriggere la cipolla con l'olio e quando è dorata aggiungere i pomodorini , il basilico e il sale . far cuocere per 10 minuti poi spegnere e passare il tutto nel mixer , lasciare da parte .
IN CONCLUSIONE:
con la pasta usare gli stampi apposta per agnolotti ( raccomandandosi di infarinarlo prima di appoggiare la pasta altrimenti si attacca )e riempire con il ripieno il primo strato di pasta  , ricoprire con l'altro, passare il mattarello in dotazione e girare in modo da capovolgere il tutto ed ecco i primi agnolotti.( se non si hanno gli stampi si può mettere una striscia di pasta poi le palline di ripieno distanziate una dall'altra e sopra un'altro strato di pasta premendo intorno al ripieno e poi tagliare con una rotella ).far riposare gli agnolotti in frigo per 1-2 giorni .
mettere a bollire abbondante acqua salata e buttarci dentro a cuocere gli agnolotti per 5 minuti se la pasta è sottile o 10 se è un po' più spessa .
condire con il sugo . 
qualcuno può scoppiare , ma niente di grave è normale se non c'è la ricotta !
E..... buon appetito !!! :p