Cerca nel blog

mercoledì 28 dicembre 2011

dal web : Nuove regole per gestori di rifugi, maestri di sci e guide

In particolare , è stata fissata al 70% della spesa ammissibile la percentuale massima di intervento per investimenti in lavori e forniture riguardanti i rifugi alpini che si trovano al di sopra dei 2.500 metri e i bivacchi al di sopra dei 2.000 metri. La stessa percentuale è riconosciuta alle iniziative realizzate da enti pubblici e da società locali di guide alpine. Inoltre, tra le condizioni necessarie per ottenere agevolazioni nei casi di realizzazione di nuove strutture non ci sono più i requisiti di distanza dalle vie d’accesso o da altre strutture esistenti. La concessione di queste agevolazioni, piuttosto, è sottoposta al parere di una commissione tecnico-consultiva, composta da rappresentanti di Regione, Unione valdostana Guide di alta montagna, Associazione gestori, Comuni interessati, Consiglio permanente degli Enti locali e Cai Valle d’Aosta. La commissione valuterà caso per caso l’idoneità dei progetti, anche in relazione alle esigenze del territorio e alla rete di infrastrutture a supporto degli alpinisti ed escursionisti. Altre novità concernono l’eliminazione dell’obbligo, per i bivacchi alpini di nuova realizzazione, di dotarsi di servizi igienico-sanitari, mentre diventa obbligatorio garantire l’apertura al pubblico delle strutture assistite dai contributi regionali, ed assicurare costantemente la pulizia e la conservazione delle strutture.
Posta un commento