Cerca nel blog

lunedì 25 luglio 2011

Il terremoto proprio oggi!

Oggi qua a Pinerolo C'é stata una scossa di 4.2 ,
pensavo che era arrivata la fine della storia invece poi forse stasera posso gustarmi il buon dolce che ho fatto stamattina e forse si può sperare di fare anche le vacanze!
:-)

Tegole al cioccolato e aroma mandorla

INGREDIENTI:
80 gr. farina
20 gr. cacao in polvere
qualche goccia di aroma di mandorla
1 bicchierino di latte (quelli da liquore )
125 gr. di zucchero
1 uovo
80 gr. di burro
1/3 di busta di lievito
PREPARAZIONE:
mettere in un recipiente farina zucchero lievito cacao .
montare l'uovo e far sciogliere il burro in un pentolino .
unire tutto , i solidi con i liquidi ,
anche il latte e l'aroma di mandorla , amalgamare bene e versare il composto in una teglia imburrata e infornare a 160 gradi per mezz'ora .
non importa se può capitare che il dolce si sgonfia un pò in centro , verrà comunque buonissimo ! :D

venerdì 22 luglio 2011

Ragù veloce veloce e pure buono!

questo è con la passata di pomodoro
questo è con i pomodorini
Come fare un Ragù veloce quando non si ha tempo o voglia:
mettere in padella un pò d'olio di oliva  con del misto per soffritto surgelato ,oppure tagliare a pezzetti del sedano cipolla carota e basilico,
aggiungere la carne e lasciare cuocere 2 minuti,  sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco , aggiungere  i pomodori freschi ( o pelati o passata ).
salare e pepare e a fuoco vivace  far cuocere per 10-15 minuti( per i pomodorini freschi in padella larga ) 20 minuti ( per i pelati o passata), quando il condimento raggiungerà la superficie rendendo cremoso il sugo, sarà pronto  .
 pronto da mettere sulla pasta !

mercoledì 20 luglio 2011

il tour de france è passato .... da pinerolo ....

oggi è passato il tour de france da pinerolo e per anteprima nel mio blog metto una foto (un pò così) , il video l'ho messo su youtube all'indirizzo sotto citato , certo ho fatto meglio che potevo con la mia nuova mini videocamera visto che non amo portarmi dietro la casa.poi mica devo fare il videoreporter! :) lo faccio solo per divertirmi ! :)http://www.youtube.com/watch?v=bVWiVnhkxKw

La pizza alla gorgo e radicchio

La ricetta per l'impasto è già presente nel blog , ma oggi in occasione del tour de france , che passa proprio di qui a Pinerolo ,ho voluto farla con gorgonzola e radicchio di treviso perché fa più chic !
:-) buonissima!

la videoricetta

carina questa barzelletta sulle scarpe!

Un signore in vena di acquisti, va in un negozio e si compra un paio di scarpe veramente belle per quasi quattrocento euro. E' molto soddisfatto del suo acquisto e se ne va verso casa pregustando tutti i complimenti che gli verranno fatti. Una volta giunto a casa nessuno nota le sue scarpe nuove e lui si arrabbia moltissimo, dunque va in camera, si spoglia nudo, lasciandosi solo le scarpe indosso, poi rientra in cucina. Sua figlia di 5 anni vedendogli una cosa in mezzo alle gambe gli chiede: "Babbo, cos'è quello?". "E' la freccia che indica che mi sono comprato le scarpe!!!". E la moglie: "Allora era meglio se ti compravi un cappello..."

domenica 17 luglio 2011

Braciole-alla-salsa-di-soia

Come per il petto di pollo tagliato a pezzi e fatto saltare con la soia e il sesamo (già presente nel blog), oggi ho sperimentato la Braciola tagliata a pezzi per eliminare l'osso .
il risultato è ottimo come per il pollo quindi si adatta sicuramente anche al coniglio e a tutte le carni bianche.
per il contorno ho pensato a delle carote fatte in umido(soffritto di cipolla con basilico olio e sale, aggiunta di un pò d'acqua per la cottura).
il risultato è perfetto .
:-) e poi , del barbera come vino.

Se non ti piace viaggiare . . . . . .


Ai curiosi piace viaggiare , ai ruffiani piace curiosare. ;)

venerdì 15 luglio 2011

dal web : il nostro cuore ci parla , basta ascoltarlo!

Soffrire di cuore e non saperlo . Come sempre, oltre ai controlli medici di routine, le cure tempestive sono quelle che permettono di salvare la vita a numerose persone, ecco perché è importante fare attenzione a tutti i segnali inviati dal nostro corpo, perché a volte possono nascondere problemi più gravi. Per esempio, per quanto riguarda l'infarto, le persone sono convinte che il sintomo 'ufficiale' sia avvertire una fitta al petto o un dolore a un braccio. Potrebbe non essere così. Esistono infatti altri cinque insospettabili sintomi comunemente non riconducibili a questa cardiopatia che, in alcune circostanze, potrebbero essere considerati un campanello d'allarme.
Mal di collo : La tensione al collo potrebbe segnalarvi che il vostro cuore non sta bene. Se notate che il dolore non passa né con del ghiaccio né con della pomata, chiedete al medico di fare degli esami più approfonditi. I nervi danneggiati del tessuto cardiaco, infatti, potrebbero inviare un messaggio di dolore (al midollo spinale) che si può estendere sia sul collo sia sulla spalla.
Mal di orecchio e di mascella : Non avete preso freddo, non avete l’otite e pure state facendo i conti con un fastidioso quanto persistente dolore diffuso all’orecchio che si diffonde anche alla mascella. Potrebbe essere il cuore. Il motivo è il medesimo del collo. I nervi danneggiati del cuore inviano un messaggio di dolore che in questo caso colpisce, non tanto un punto preciso, quanto l’intera zona dell’ orecchio e della mascella.
Fiato corto e vertigini :
Vi gira la testa o fate fatica a respirare. Più del 40% delle signore che ha avuto un infarto, ha dichiarato di aver avuto questi sintomi nei giorni precedenti al malessere. Le arterie, infatti, si bloccano e il cuore riceve meno ossigeno, la sensazione è quella di respiro corto e affanno. Questi sono anche i primi sintomi di angina pectoris e, se non soffrite di asma o di qualsiasi altra patologia polmonare, è consigliabile andare subito dal medico.

mercoledì 13 luglio 2011

Barzelletta sicùla


Il tedesco al siciliano:tu essere sicùlo!il cinese: sicùlo?il siciliano: si sicùlo che ti Inculo! :)

martedì 12 luglio 2011

dal web : le cause costano di più

Ottanta euro in più per chiedere al tribunale di dirimere la controversia con il condominio, 14 per fare opposizione al pignoramento. Quasi 200 euro di costi aggiuntivi se ad esempio i danni per i quali si chiede il risarcimento sono di entità rilevante. E anche per la separazione dei coniugi, finora senza oneri, bisognerà pagare qualcosa: 37 euro per le procedure consensuali, 85 per quelle che richiedono invece l'intervento di un giudice.

dal web : le mail inquinano più di quanto si pensa.

PARIGI - Inviare una email inquina più di quanto si possa immaginare. E' quanto emerge da uno studio dell'Agenzia francese per l'ambiente ed il controllo energetico (Ademe), riportato oggi dal quotidiano francese Le Parisien. Gli esperti dimostrano per la prima volta che tra il click di invio e la ricezione di un messaggio nella casella di posta elettronica, vengono emessi Co2 e gas a effetto serra. Precisamente ogni mail da un megabyte equivale a 19 grammi di anidride carbonica. Che non è poco, considerando che la media delle auto immatricolate in Europa nel 2010, è di 140 grammi di Co2 per chilometro percorso.

Se vengono aggiunti per conoscenza altri dieci destinatari, allora l'impatto ecologico dell'email deve essere moltiplicato per quattro. Dunque, inviare un messaggio a otto persone, equivale a guidare una vettura per un chilometro. L'Ademe spiega al quotidiano francese che questo è dovuto al fatto che i messaggi di posta elettronica, una volta inviati, vengono copiati una decina di volte dai diversi server che si occupano di inoltrarla nella Rete fino alla destinazione finale. E ad ogni passaggio viene consumata la stessa quantità di elettricità. Inoltre più la email è pesante, quando contiene allegati ad esempio, più inquina.

Le Parisien ricorda che sono 250 miliardi le email inviate in media ogni giorno nel mondo, di cui l'80 per cento sono spam, ossia messaggi di posta indesiderata. Nel 2013 l'Ademe stima che si potrà persino sorpassare la cifra di 500 miliardi di messaggi di posta quotidiani. Per quanto riguarda la Francia, l'impiegato di un'azienda di oltre 100 persone riceve in media ogni giorno 58 mail e ne invia a sua volta 33, che pesano in media un mega. Se si contano 250 giorni lavorativi all'anno, questo corrisponde a 13,6 tonnellate di Co2 emesse.

venerdì 8 luglio 2011

Patate e fagiolini in insalata

La classica ricetta della nonna !
mettere a bollire delle patate e dei fagiolini freschi .
una volta cotti lasciare raffreddare .
tagliare a pezzetti e condire con olio aglio sale e aceto.
è adatta per quando fa molto caldo e non appesantisce.

Cappelli di venere

La ricetta è quella delle madeleinettes già presente nel blog però senza lasciarli 1 ora in frigo,
(quindi più veloci da fare )
poi preparare con una busta di quelle in commercio la crema chantilly e farcirli sotto il cappello e se li fate di venerdì si possono chiamare così altrimenti ciccia!
:-) :-) :-)

giovedì 7 luglio 2011

Lago di como

Il prato sintetico potevano risparmiarselo.
le paperelle non fanno qua qua come in trentino perché L'acqua è sporca.
di pregio è che è una piccola milano (quindi carina).
la stazione mi è piaciuta perché è stile inglese.
clooney non so cosa ci ha visto , pure la canalis gli ha fatto vedere la sardegna no?
:-) :-) :-)

martedì 5 luglio 2011

dal web : l'insetto che canta con il pene

È lungo appena due millimetri, ma da solo produce un suono paragonabile a quello di un'intera orchestra ascoltata dalla prima fila di un teatro (ascolta a fine pagina).
L'animale più rumoroso della Terra in proporzione alle proprie dimensioni è un insetto di fiume diffuso in tutta Europa, il Micronecta scholtzi, anche detto "barcaiolo". Strofinando il pene contro l'addome in un processo chiamato "stridulazione" il piccoletto riesce a provocare un suono di 99,2 decibel, nelle frequenze udibili anche dall'uomo (intorno ai 10 kHz). Il tutto, utilizzando una porzione di corpo di appena 50 micrometri di diametro: «Non riusciamo a capire come possa produrre un suono così potente utilizzando una parte così piccola» ha spiegato James Windmill della University of Strathclyde di Glasgow (Scozia).

http://www.focus.it/natura-e-ambiente/animali/l-insetto-piu-rumoroso-del-pianeta-canta-con-il-pene_C12.aspx

Zucchine alla parmigiana

INGREDIENTI:
3 Zucchine tonde(1 per persona)
sale
2 pomodori da insalata
1 mozzarella
del basilico
1 etto di formaggio bergè
una noce di burro
del parmigiano Grattato.

PREPARAZIONE:
prendere una teglia e fare fondere la noce di burro .
tagliare a fette le Zucchine e fare degli strati di Zucchine ,sale ,mozzarella, fette di pomodoro , basilico, formaggio , e parmigiano.
infornare a 220 gradi per 40 minuti circa.

domenica 3 luglio 2011

dal web : non esporre l'acne al sole potrebbe avere l'effetto maiorca

Se avete la pelle grassa o a tendenza acneica e aspettate con ansia di stendervi al sole per asciugare i pori fate molta attenzione: potrebbe non essere una buona idea!

Se infatti inizialmente la pelle sottoposta per lungo tempo ai raggi del sole sembra ritrovare uniformità grazie all’effetto “asciugante” del calore e all’abbronzatura, non appena l’esposizione solare termina si assiste ad un esplosione di foruncoli. Come mai? Il sole non elimina il sebo dai pori, ma li “tappa”, impedendone il passaggio verso la superficie dell’epidermide: questo provoca un’irritazione intorno al follicolo che si esaspera creando nuove pustole ancora più profonde.Il sole infatti provoca l’ispessimento degli strati superficiali della pelle, e in un viso a tendenza acneica agisce negativamente comedoni e microcisti: chi soffre d’acne quindi per quanto possa sembrare paradossale deve assolutamente far uso di una crema solare dal fattore protettivo alto; in farmacia esistono prodotti appositi per l’esposizione della pelle comedogenica ai raggi solari. Se avete iniziato un trattamento prima dell’estate, non interrompetelo: l’ideale sarebbe di parlare con il vostro dermatologo prima di partire per le vacanze, in modo che vi possa consigliare sui tempi di esposizione al sole che potete concedervi.

Se l’acne adolescenziale infatti può essere più violenta rispetto a quella riscontrabile sulla pelle di una donna sui trent’anni, il rischio per quest’ultima è di cicatrizzare al sole le ferite, rendendole indelebili. Per evitare l’effetto “rebound” acneico al ritorno delle vacanze, anche conosciuto come “acne di Maiorca” quindi non abusate del sole, e coprite la testa con un cappello nelle ore più calde.

Sciacquatevi il viso dopo ogni bagno nel mare, perché anche l’acqua salata è un falso amico: se inizialmente infatti vi regala una sensazione di secchezza sulla pelle e l’impressione è che non rispunteranno mai i brufoli, se non eliminate il sale depositato sull’epidermide esso infiammerà la cute.

dal web : come fare per far durare l'amore

Ci sono le coppie più pantofolaie, che vanno in vacanza sempre nello stesso posto, quelle che considerano gli amici indispensabili e quelle che adottano una ripartizione dei ruoli maschio-femmina molto rigida. Ognuna di queste coppie è un mondo a parte, dove una vita di coppia sana può arrivare a ridurre lo stress, migliorare la forma fisica e ad accrescere la sicurezza economica.
Ma per tutti coloro che inseguono il grande amore arriva sempre la fatidica domanda: quanto durerà? Dando uno sguardo alle statistiche emerge che gli anni più difficili per lei arrivano intorno ai quarant’anni ovvero quando una donna sposata è più incline al tradimento, mentre per gli uomini il momento di crisi arriva più avanti.
Come riuscire allora a rendere longevo un rapporto d’amore? La ricetta base sembra proprio essere quella di mantenere una buona dose di autonomia con qualche piccolo trucco. Ecco cinque consigli per aiutare la durata di una relazione.
1 – Spazi e interessi
Molto spesso si dimentica troppo facilmente che prima di essere coppia si è anche individui con i proprio interessi e desideri. Ed allora cerchiamo di ritagliarci degli spazio cercando di non invadere le reciproche sfere di azione: avere un proprio ‘giardino segreto’ anche se soltanto nell’immaginario rappresenta una ottima strategia nella vita di coppia.
2 – Separati è meglio
Proviamo a fare vacanze separate o a dormire in camere da letto distinte o quanto meno non nel letto matrimoniale ma ognuno nel proprio o, per chi può permetterselo, in case distinte ma vicine. Secondo gli studiosi alcuni di noi considerano infatti l’intimità del letto o del bagno ancora più profonda di quella sessuale.
3 – Meno importanza al sesso
Ma, per rendere longevo un rapporto d’amore, occorre saper anche sdrammatizziamo il sesso o per lo meno cercare di attribuirgli meno importanza. Infatti, pretendere di fondare il matrimonio o il nostro rapporto sul sesso, che è instabile per definizione, è come costruire la propria casa su delle sabbie mobili: esaurita la passione si esaurirà anche il rapporto.
4 – Nuovi ruoli
Inoltre, proviamo a reinventare continuamente i ruoli all’interno di una coppia: trascorso il magico momento dell’amore diventa necessario saper riscrivere il copione ogni giorno, trasformando continuamente il nostro modo di essere coppia per evitare di cristallizzare certi modelli all’interno della vita a due.
5 – Litigi costruttivi
Per vivere a lungo insieme, giocano un ruolo fondamentale anche la capacità di praticare il litigio in senso costruttivo, il saper perdonare l’altro ed una dose di humour necessaria per sdrammatizzare i piccoli problemi.
A prima vista possono sembrare tutti fatti scontati e facilmente applicabili ma nella maggior parte dei casi non è proprio così. E allora non bisogna mai far mancare la fiducia, la capacità di amare l’altro senza aspettarsi nulla in cambio e la stima reciproca ed il tempo, perché la fretta è da sempre nemica dell’amore.

sabato 2 luglio 2011

Sfogliatine-Pere-cioccolata

INGREDIENTI:
1 ROTOLO di pasta sfoglia surgelata
2 Pere
mezzo limone
1 tuorlo d'uovo
3-4 biscotti secchi
qualche cucchiaio di liquore al cioccolato(bicerin)

PREPARAZIONE:
stendere la pasta sfoglia e ricavare tanti quadretti.
tagliare a fette le Pere e condirle con mezzo limone.
mettere una fetta di pera per ogni quadretto , sbriciolare un pò di biscotto e chiudere.
Spennellare la superficie dei quadretti con il tuorlo.
infornare a 200 gradi per circa 20 minuti.
a cottura ultimata versare sopra ad ognuno un pò di bicerin .
servire tiepidi!

leggeri , buoni, sani.
:-p